Stimulus

Validazione end-to-end dei requisiti funzionali di sistemi integrati

Stimulus è la soluzione che Dofware propone per la convalida completa di sistemi embedded basata sui requisiti funzionali.

La simulazione Requirements-in-the-Loop va dalla convalida preliminare dei requisiti funzionali durante la fase di specifica alla generazione automatica di vettori di test e osservatori di test per automatizzare i collaudi funzionali del sistema.

STIMULUS nella fase di design:

La maggior parte degli errori nelle specifiche si trova nei requisiti e viene rilevata molto tardi, generando costosi problemi di manutenzione.

Nella fase di progettazione, STIMULUS permette di simulare i requisiti funzionali e rilevare subito errori o conflitti prima di iniziare la progettazione, per produrre specifiche corrette, complete e coerenti.

I team di sviluppo possono dedicare meno tempo a ridefinire i requisiti e a riscrivere e ripetere il debug del codice, riducendo le iterazioni di sviluppo necessarie per ottenere risultati di alta qualità.

Specifiche del sistema eseguibili dal modello

Con STIMULUS è possibile simulare le specifiche dell’intero sistema utilizzando un linguaggio di modellazione che consente agli architetti di sistema di combinare requisiti testuali formalizzati, macchine a stati e diagrammi a blocchi in un ambiente di simulazione completamente integrato.

STIMULUS genera numerose tracce di esecuzione che soddisfano le specifiche di sistema e fornisce potenti funzioni di debug per analizzare i risultati della simulazione dei requisiti: rilevamento e diagnosi automatici di requisiti in conflitto e mancanti, copertura dei requisiti, evidenziazione dei requisiti attivi, monitoraggio dei segnali, ecc.

STIMULUS nella fase di Validazione:

La creazione manuale dei casi di test che coprano ogni requisito comporta un grande sforzo con un alto rischio di non riuscire a rilevare tutti i bug e le incongruenze.

STIMULUS consente ai team di test di generare ed eseguire automaticamente campagne di test e verificare che il codice incorporato sia conforme alle specifiche, risparmiando tempo e risorse.

Esegui il collaudo del sistema verificandone i requisiti

Il codice del sistema collaudato può essere facilmente importato come componente FMI o incorporando il codice C dell’utente. Al momento dell’integrazione, è anche possibile importare un file di registro CSV per eseguire una post-analisi del sistema reale.

Una volta definiti i casi di utilizzo per collaudare il sistema, STIMULUS genererà automaticamente numerosi vettori di test per ciascun caso di utilizzo allo scopo di ottimizzare la copertura funzionale della campagna di test.

I vantaggi in breve:
  • Convalida dei requisiti in fase iniziale
  • Condivisione di requisiti formali, chiari e osservabili
  • Linguaggio non ambiguo con semantica eseguibile
  • Generazione automatica dei casi di test
  • Massimizzazione della copertura funzionale delle campagne di test
  • Riduzione di costose iterazioni nel processo di sviluppo